Stage Maragù Animazione

fty

 

 

 

 

 

 

OGGI IL TUO STAGE

“Sono carico! “.
Tuta da ginnastica, scarpe da tennis, penna in una mano e blocchetto appunti nell’ altra, tensione che sale e l’ insicurezza di quando eri bambino ma dove siamo, a scuola? eh si, a scuola di vita, ed una grande occasione per te.

1) COSI’ E’ PIÙ’ SEMPLICE
Se ti presenti alle selezione, allora lo senti, allora ce l’ hai!
Perché l’ animazione è un lavoro, è un pensiero, un impegno, l’ animazione è uno stile di vita.

Lo stile di vita che hai, la semplicità che sei; inutile forzare per essere burlone, simpaticissimo giullare, perché questo poco serve.
Fatti apprezzare ed impegnati per essere quella persona che unicamente già sei, con i tuoi pregi e i tuoi difetti e a gomitate fatti spazio in questo nuovo mondo che è alle porte, perché stai certo che COSI’ E’ PIU’ SEMPLICE!

2) DÌ QUESTI, FANNE TESORO
Ricorda che ti metti alla prova, la tua
attenzione e il sentirti a tuo agio in mezzo a tanti, intraprendente, positivo e costruttivo perché no.
Ascolta i consigli del team di selezione, ragazzi di certo come te che però da tempo in questo lavoro ci danno l’ anima, da tanto (da sempre direi), e fanno dell’ animazione una ragione di vita.
Non sbuffare al primo ostacolo, non abbatterti alla prima tirata d’ orecchie e non nasconderti se ti si punta il dito: sono i primi passi di un lungo cammino, sono consigli E DÌ QUESTI, FANNE TESORO.

941681_10200668830395316_73729303_n

3) E ALLORA BUTTIAMOCI!
Tre giorni di fuoco, tante cose da fare, altrettante da comprendere, adrenalina a mille e… Bum! Frenato, impacciato, terrorizzato e smarrito in un oceano di incertezze!
Eh si, un vero e proprio “assaggio” di VITA DA VILLAGGIO, miriadi di emozioni, tanta la fatica e allora che fare? “Molla tutto e vai a casa!” direbbe un saggio ma no, l’ animatore no, dice che non ci sta e non si muove, perché non c’è nulla da perdere ma solo da guadagnarci: ci guadagni un posto al sole, il calore della gente di vacanza e scusa se è poco, il lavoro più bello del mondo chiaro no?… E ALLORA BUTTIAMOCI!

4) NESSUNO MI PUO’ GIUDICARE“
Aiutoooo! Ci sono le selezioniiii”,oppure “Oh mamma ci stanno guardando!”, e ancora “
Che paura ci osservano per davvero!” E’ una selezione certo e fin qui tutti d’ accordo, perché fino a prova contraria, di un lavoro si tratta ed il posto, te lo devo guadagnare!
Ma nessuno è qui a giudicarti, non sentirti spalle al muro, anzi pensala in questo modo:
se il NOSTRO compito è quello di “valutarti” per ciò che vali e non di “giudicarti” per come lo fai, il TUO sarà quello ti tirar fuori le tue potenzialità ma ancora più importante, tirar fuori la carta fortunata, il jolly giusto dal mazzo.
Dai ciò che puoi e anche di più; sentiti consapevole di averlo fatto, per riprendere il treno verso casa e pensare “Si che ho dato tutto, ho corso veloce e me lo sono meritato”… perché io me la gioco, perché NESSUNO MI PUO’ GIUDICARE.

anima

5) DIVERTITI
Ed eccoci pronti! Si, pronti a metterci in gioco, a far vedere che ne hai, dimostrarti che ce la fai. Perché ce la fai. E allora corri, balla, ascolta, spingi, credici, sorridi, stancati, piangi, emozionati, emoziona, impara, stringi i denti, urla, chiudi gli occhi e provaci perché puoi e in fondo lo vuoi. Questo è il cocktail giusto per affrontare l’ esperienza…il tuo impegno. Impegnati al massimo ma soprattutto… DIVERTITI!
E se a Benigni e Troisi non restava che piangere… a te, non resta che provarci!

 

In bocca al lupo!